Team italiano aiuta le comunità isolate in Europa a diventare autosufficienti

Team italiano aiuta le comunità isolate in Europa a diventare autosufficienti

Dai villaggi adagiati sulle montagne alle isole lontane dalla terraferma, le numerose località remote d'Europa non sono sempre collegate alle reti elettriche o dispongono di collegamenti inaffidabili. Molte di queste comunità si affidano a generatori diesel per produrre elettricità.

Il progetto REMOTE (Remote area Energy supply with Multiple Options for integrated hydrogen-based Technologies) è stato avviato in Italia, Grecia e Norvegia. Fedele al proprio nome, il progetto REMOTE aiuta le comunità isolate a diventare autosufficienti per quanto riguarda la produzione di energia, contribuendo allo stesso tempo al raggiungimento degli obiettivi UE in materia di energia rinnovabile e clima. Il sistema creato dal team del progetto aiuta a immagazzinare l'energia rinnovabile prodotta localmente e consente persino di immagazzinare energia verde nei casi in cui vi sia una produzione di energia rinnovabile in eccesso. Questa tecnologia di stoccaggio è adatta a qualsiasi fonte di energia rinnovabile, dall'eolico all'energia da biomassa.

"Stiamo testando la nostra idea in diverse condizioni atmosferiche, dal clima caldo e soleggiato dell'Europa del Sud alla ventosa e fredda Scandinavia: ci aspettiamo che in tutti i siti sia possibile una sostituzione quasi completa dei combustibili fossili", afferma Domenico Ferrero del Politecnico di Torino. "[...] Molte persone sono felici di non dover più dipendere dai generatori diesel e di risparmiare sui costi grazie alla possibilità di immagazzinare l'energia rinnovabile".

Il progetto finanziato dal programma Horizon 2020 sta implementando le soluzioni di stoccaggio di energia basate su sistemi a idrogeno ed elettrochimici (batterie) in quattro siti di prova in Europa. L'obiettivo è quello di ridurre l'importazione di energia nelle località remote, ridurre l'uso di combustibili fossili del 95-100% nei quattro siti di prova e migliorare la sicurezza energetica e l'autosufficienza delle aree remote.

Questo progetto è una delle tre nuove iniziative in concorso ai Premi europei per l'energia sostenibile! I tre progetti selezionati nella categoria Innovation stanno contribuendo alla transizione verso l'energia sostenibile nelle comunità di tutta Europa.

In Irlanda, il progetto Direct Drive Tidal Turbine (D2T2) ha fatto grandi passi avanti in una tecnologia all'avanguardia: le turbine a energia mareomotrice. Nel 2016, il progetto D2T2 ha installato in Scozia il primo dispositivo offshore per l'energia mareomotrice al mondo. Il D2T2 è un dispositivo efficiente, che riduce i costi totali di produzione di energia mareomotrice del 30%. Inoltre, la tecnologia D2T2 è molto apprezzata dalle comunità locali perché non ha alcun impatto sull'ambiente. In Grecia, gli innovatori green stanno invece contribuendo a rendere i lavori di ristrutturazione facili ed efficienti per i proprietari immobiliari. Il progetto Individual Road Renovation Roadmaps (iBRoad) supporta le famiglie proprietarie di immobili nella creazione di programmi di ristrutturazione personalizzati: efficienza energetica e piani finanziari per ristrutturare la propria casa nei prossimi 5-30 anni.

Conto alla rovescia per il concorso "EU Sustainable Energy Awards"

Ogni anno la Commissione europea assegna un riconoscimento ai progetti più importanti e innovativi nel settore dell'efficienza energetica e delle energie rinnovabili. Quest'anno, nove finalisti si sfideranno in tre categorie: Engagement, Innovation e Youth. Un'ulteriore categoria riconoscerà i risultati ottenuti da Women in Energy.Un premio speciale, l'Eastern Partnership Award, verrà assegnato a un'iniziativa sull'energia sostenibile avviata in Armenia, Azerbaigian, Bielorussia, Georgia, Repubblica di Moldavia o Ucraina.A partire dall'inizio di giugno, i cittadini di tutta Europa avranno la possibilità di votare per assegnare il Premio dei cittadini 2020 , scegliendo tra i finalisti il proprio progetto preferito.

I vincitori dei premi saranno annunciati il 23 giugno durante una cerimonia di premiazione online.

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Incontra i finalisti! A giugno si terranno dei webinar dedicati che offriranno l'opportunità unica di ascoltare gli stessi finalisti e conoscere meglio i progetti innovativi su cui hanno lavorato.Registrati qui per partecipare ai webinar.

  • Conferenza stampa finalisti EUSEW categoria: Youth - REGISTRATI
  • Conferenza stampa finalisti EUSEW categoria: Engagement -  REGISTRATI
  • Conferenza stampa finalisti EUSEW categoria: Innovation -  REGISTRATI
  • Conferenza stampa EUSEW: Women in Energy - REGISTRATI
  • Premi EUSEW - Sessione di domande e risposte con la stampa - REGISTRATI

 

REMOTE - Energy security in challenging locations - Italy.pdf 246 KB

 

La premiazione fa parte della Settimana europea dell'energia sostenibile (EUSEW), che si terrà dal 22 al 26 giugno 2020. Organizzata dalla Commissione europea, EUSEW è il più grande evento dedicato alle energie rinnovabili e all'utilizzo efficiente dell'energia in Europa. Quest'anno, i partecipanti prenderanno parte a un evento online e interattivo dedicato al tema: "Oltre la crisi: energia pulita per la ripresa e la crescita verde".  Il programma comprende quattro eventi che si svolgono in Europa: la Policy Conference, il Youth Energy Day, gli EUSEW Awards e gli Energy Days.

La stampa sarà inoltre invitata a seguire il programma della settimana EUSEW, inclusa la cerimonia di premiazione. Sei interessato?

Per maggiori informazioni sui premi EUSEW .